Stile di vita maschile

13 domande profonde a cui ogni uomo dovrebbe essere in grado di rispondere entro i 30 anni

L’“adolescenza prolungata” è un argomento molto dibattuto, ed è stato innescato da una generazione di ventenni che ha deciso di abbandonare il matrimonio e genitorialità nell’erba alta, abbracciando l’istruzione più a lungo.

Certo, il fatto che questi ventenni possano condividere appartamenti in affitto con sconosciuti ultraottantenni potrebbe avere qualcosa a che fare con questo, ma questo non dovrebbe darti un pass gratuito per ignorare le grandi domande della vita.



Dopotutto, senza diventare mistico e filosofico, anche coloro che credono nell’aldilà o nella reincarnazione possono concordare sul fatto che la vita – questa, proprio qui – è breve. Quindi probabilmente è meglio iniziare a viverlo nel modo giusto, giusto?

Con l'aiuto di un team di allenatori professionisti, abbiamo raccolto 13 domande chiave che ogni uomo dovrebbe essere in grado di risolvere prima dei 30 anni. Quindi, se ti trovi in ​​difficoltà, forse è ora di mettere giù la pistola Nerf ( o qualunque cosa sia con cui i 'bambini' giocano di questi tempi), e guardati allo specchio tanto necessario, figliolo.

Cosa e chi merita la mia attenzione?

'La tua capacità di sapere a chi, cosa e come presterai attenzione nel mondo è una delle domande più importanti a cui risponderai nel corso della tua vita', afferma l'esperto di leadership australiano, No Giacomo .

“Ciò influenza le tue relazioni – personali e professionali – e determina le tue produttività , i risultati ottenuti nella tua carriera e il modo in cui hai un impatto sul pianeta. Si tratta di essere premurosi. Si tratta di essere produttivi. Si tratta di essere un essere umano responsabile e premuroso.



Per concentrarti sulle azioni che intraprendi e sulle scelte che fai, James suggerisce di investire nell’“attenzione intenzionale”. “La tua attenzione e la volontà di donare alle persone la tua totale attenzione miglioreranno le relazioni. La tua attenzione a specifici obiettivi di carriera ti aiuterà a focalizzare i tuoi risultati e ti renderà responsabile di dare priorità al lavoro più importante. La tua attenzione al pianeta, attraverso scelte consapevoli riguardo alle risorse che utilizzi, crea un’eredità per il futuro. Tutto inizia con la tua attenzione.

  colleghi che lavorano insieme



Quale storia mi trattiene?

'Abbiamo tutti qualcosa che ci trattiene e ci impedisce di realizzare il nostro potenziale', afferma Dale Sims , un performance coach con sede nel Regno Unito.

“Forse è un insegnante che ti ha detto che non saresti mai valso nulla, quindi sei cresciuto pensando di non essere abbastanza bravo, o un genitore che ti ha detto di non inseguire i tuoi sogni e di trovarti un 'vero lavoro', quindi limiti te stesso a una vita protetta.

“Queste narrazioni ci impediscono di vivere una vita che meritiamo e influenzano la quantità di azioni che intraprendiamo nella vita e, in definitiva, i nostri risultati. Conoscere la propria storia è il primo passo per conquistarla.”

Quanto sono soddisfatto della mia vita?

Sandra Richardson è un coach della fiducia e spesso chiede ai suoi clienti di valutare vari aspetti della loro vita, come parte di un esercizio chiamato 'La ruota della vita'.

'Traccio un cerchio e lo divido in otto segmenti', dice. “Uno è etichettato 'Salute', gli altri saranno etichettati 'Divertimento', 'Ricreazione', 'Famiglia', 'Storia d'amore', 'Sesso', e ti chiederò: quanto sei soddisfatto in ciascuna di queste aree, su un scala da zero a dieci?

“Ad esempio, non è importante quanti soldi hai, ma quanto ne sei soddisfatto. È quasi come avere una meta-visione della tua vita, che ti dà immediatamente la possibilità di avere più controllo.

“Se dovessi aumentare la mia salute fino a 10, come sarebbe? Qual è il passo che posso fare per arrivarci? È davvero un ottimo modo per fare il punto della situazione”.

  uomo felice e rilassato

Cosa voglio?

'A 30 anni, hai avuto una grande quantità di esperienza in ogni aspetto della tua vita', dice il life coach Michele Serva . “Hai avuto l'opportunità di esplorare cosa desideri nella tua carriera, con i partner, dove vuoi vivere, cosa vuoi fare nel tuo tempo e cosa ti fa sentire vivo.

“È ora di lavorare per ottenerlo. Senza sapere cosa vuoi, non puoi concentrarti su di esso o lavorarci sopra. Quindi chiarisciti, mettiti al lavoro e vai a prenderlo.

Cosa voglio poter dire della mia vita quando avrò 90 anni?

'Lo chiamiamo test della sedia a dondolo', afferma Sims. “Immagina di avere 90 anni, di parlare con i tuoi pronipoti e loro ti chiedono: ‘Com’è stata la tua vita?’

“Cosa vorresti dire loro? Che era pieno di rimpianti, delle cose che avresti voluto fare ma di cui non avevi avuto il coraggio? O che fosse pieno di eccitazione, avventura e gioia?

“Abbiamo tutti un tempo molto limitato su questo pianeta. Puoi spendere il tuo tempo discutendo, confrontandoti con gli altri mezzi di comunicazione sociale e dedicarti a un lavoro che odi, oppure puoi trarne il massimo finché ne hai ancora l'opportunità.

  uomo più anziano che parla con una giovane donna

Sono fatto per lavorare per gli altri o per me stesso?

'Entrambi sono brillanti perché entrambi ti danno cose diverse: il trucco sta nel fare ciò che funziona per te', afferma Serwa.

“Facendo la cosa sbagliata, stai sprecando i tuoi giorni. Sprecare la tua vita. La tua vita sarà molto più ricca quando farai ciò che si adatta ai tuoi valori e al tuo progetto di vita.

Quanta responsabilità vuoi? Vuoi avere il controllo del tuo tempo? Ti piace che ti venga detto cosa fare? Oppure ti piace avere piena libertà creativa e di localizzazione? “Tutte queste risposte ti daranno il meglio che la vita ha da offrirti. Ma devi fare domande per scoprirlo.

  uomo al lavoro

Cosa significa per me essere un uomo?

Post-fratello, post-metrosessuale e in mezzo alle domande che circondano ' mascolinità tossica ’, essere uomo non è mai stato così complesso.

'Questa è una domanda molto personale per ogni singolo uomo', ammette Richardson. “Noi replicavamo quello che facevano i nostri padri, o le figure maschili della nostra vita, però questa domanda significa non andare con il pilota automatico e ripetere quello che hai visto in passato, ma scegliere consapevolmente. Come voglio essere come uomo al mondo? Si tratta di personalizzazione, in contrapposizione a stereotipi obsoleti”.

  padre e figlio

Chi mi ispira?

“Sei la somma media delle cinque persone con cui trascorri la maggior parte del tuo tempo”, afferma Richardson, “quindi avere qualcuno che ti ispira, ad esempio un mentore , ci fa effettivamente crescere come persone.

“È fantastico essere vicini a loro, ma anche in caso contrario – potresti dire Nelson Mandela, e in realtà, la consapevolezza delle qualità di Nelson Mandela può aiutarti a crescere come persona.

“Se qualcuno ci ispira, accende una fiamma. Abbiamo tutti queste energie dentro di noi, si tratta solo di diventare coscienti e scegliere di accendere la fiamma su quella parte di te stesso.

Cosa farei se sapessi di non poter fallire?

'La paura di fallire può essere paralizzante', afferma Sims. “Non perseguiamo il lavoro che desideriamo, non parliamo quando è necessario e non cerchiamo di perdere peso nel caso in cui le cose non vadano secondo i piani.

“L’alternativa è semplice: optare per la scelta sicura e, in definitiva, per una vita sicura. Se decidessi di fare quello che volevi, vedresti che il fallimento non è necessariamente una cosa negativa, perché è tutto apprendimento.

“Invece, se inizi per una strada e non va come speravi, durante il viaggio potresti scoprire qualcosa o incontrare qualcun altro. Quella nuova scoperta potrebbe diventare il nuovo viaggio, ma non lo avresti mai capito a meno che tu non avessi deciso di intraprenderlo in primo luogo.

  Hobbies

Che aspetto ha per me il divertimento?

In un’età in cui l’infanzia è un lontano ricordo, ma la pensione sembra un concetto astratto, è fondamentale ricordare che divertirsi non è un crimine.

'Il divertimento ci dà la vita, fornisce un equilibrio', afferma Richardson. “Ma le cose che erano divertenti quando eri bambino, adolescente o anche quando avevi poco più di vent’anni potrebbero non essere più rilevanti.

“Quindi quando ti avvicini ai 30 anni, cosa c’è di divertente? Cosa ami fare? Spesso i trentenni si concentrano molto sul lavoro, ma portare un po’ di nuova energia può migliorare la tua carriera così come la tua vita.

Il matrimonio fa per me?

Il matrimonio è qualcosa che la maggior parte delle persone non mette nemmeno in dubbio”, ammette Serwa. “I ribelli e gli uomini d’azione sono quelli che lo mettono in discussione. Cosa ti piace del matrimonio? Come è utile a te e al tuo partner? Supporta la tua visione della vita?

“Perché in caso contrario, ora è il momento di chiarirsi, così potrai trovare qualcuno che vuole la tua stessa cosa. Non devi accontentarti del tradizionale processo e della dinamica della relazione. Puoi essere creativo e progettare la relazione che desideri con nuove regole.

  sposi il giorno del matrimonio

Essere genitori fa per me?

'Similmente al presupposto sociale del matrimonio, molti presumono di volere figli senza portare la questione alla coscienza', dice Serwa. “Dico che questo è pericoloso.

“Ci sono molti genitori terribili là fuori, semplicemente perché se si facessero questa domanda, scoprirebbero di non volerli. Conoscere la tua risposta significherà che puoi impegnarti in entrambi i modi.

“Se li vuoi, puoi pianificarli. In caso contrario, risparmia a te stesso e al tuo partner qualche angoscia. Inoltre, significa che puoi concentrarti sulla ricerca di un partner sulla tua stessa lunghezza d’onda e sulla tua stessa missione”.

  uomo che si prende cura del bambino

Sono sano?

Sei vivo, ma questo non significa automaticamente che le tue viscere stiano prosperando.

Fortunatamente, 'a 30 anni sei ancora abbastanza giovane per poter apportare enormi cambiamenti alla tua salute', afferma Richardson. “Ma a meno che non si faccia davvero il punto e non se ne diventi consapevoli, alcuni dei semi che stiamo piantando ora si manifesteranno in una fase successiva della vita.

“Se non ne fai mai esercizio poi, a 50 anni, amico, questo si vedrà. Se lo inizi a 40 anni, è meglio che non iniziarlo affatto, ma a 30 anni hai ancora tanta energia naturale e vitale”.

  Uomo che si esercita in palestra