Guide alla moda maschile

Perché la giacca Safari è il capo di abbigliamento da uomo più elegante e pratico del 2023

È il capospalla preferito icone di stile come Ernest Hemingway e Clint Eastwood, uno che storicamente si preoccupava meno di vestirsi per la cena, piuttosto di prenderla. Eppure la sahariana divide ancora.

Questo perché se lo fai bene, sembrerai fresco direttamente dal frigo. Ma se sbagli, sembrerai la parte del Grande Cacciatore Bianco. Se lo fai bene, sembrerai un macho al livello di Burt Reynolds. Se sbagli, sembrerai semplicemente imbarazzante. Ma chiedi a qualsiasi esperto di abbigliamento maschile e presto ti dirà che vale la pena rischiare.



Non importa i vantaggi pratici: spazio per trasportare le tue cose; abbastanza leggero da poter essere indossato per tutta l'estate. La giacca safari è un classico del design, sia che tu indossi la realtà o una delle tante interpretazioni della moda, e potrebbe essere proprio l'unica bella giacca ti serve per i mesi più miti.

Cos'è una giacca Safari?

  uomini's safari jacket Antonio Sinclair

Prendi la praticità del stile militare giacca da campo: un resistente tessuto di cotone o misto cotone formato in un indumento ampio e di media lunghezza con quattro tasche a soffietto sul petto e sui fianchi. Ora fallo in una tonalità di beige più generale, in un tessuto più leggero e traspirante come il lino o il cotone drill e aggiungi dettagli come un collo aperto, spalline e una cintura per tenere tutto unito e in ordine.

Ecco qua: la giacca safari – una sorta di giacca da caccia, abbastanza robusta da poter indossare uno strato sotto, abbastanza inconsistente da poter essere indossata vicino alla pelle o da poter arrotolare facilmente le maniche pronte per andare a caccia, anche se è solo per la battuta successiva.



Perché hai bisogno di una giacca da safari oggi

  giacca safari indossata con colori neutri da Mango Mango

Saint Laurent, a cui viene riconosciuto il merito di aver spinto lo stile nel mainstream, notoriamente ne offre ancora uno, ovviamente. Ma c’è una buona ragione per cui anche designer come Tom Ford, Ralph Lauren e marchi come Abercrombie e Barbour hanno delle versioni. Funziona e basta. Quando fa troppo caldo per una giacca vera e propria, ma l’evento richiede qualcosa di più intelligente di una semplice camicia, la giacca safari – funzionale nell’entroterra, elegante in un ambiente più urbano – funziona.



'La giacca safari è agrodolce: può sembrare che tu indossi un costume, ma in realtà è fantastica per l'estate', afferma Gieves e Hawkes direttore creativo John Harrison. 'Fanno una bella dichiarazione, ma fanno davvero il loro lavoro.'

Inoltre, non è nemmeno un capo di moda con la “F” maiuscola. Ciò non significa che un modello di buona qualità non sarà indossabile per gli anni a venire. Basti pensare al kaki, al cotone, al classico. La sua versatilità è ben documentata ed è l'accompagnamento ideale denim con cimosa o, quando l'occasione lo richiede, tagli sartoriali raffinati. In breve, è il trofeo definitivo.

Suggerimenti per lo stile della giacca Safari

Non esagerare

La giacca safari è progettata per essere la star dello spettacolo, quindi lascia che prenda il sopravvento ed evita di indossare qualsiasi altra cosa che tenti di competere con essa per attirare l'attenzione. In caso di dubbio, le basi tenui sono all'ordine del giorno, quindi gettalo su un semplice Maglietta e piede con denim scuro e sneakers minimaliste.

  giacca safari indossata con disinvoltura da Mango Mango

Punta in alto o in basso

Proprio come altri capi della Hall of Fame dell’abbigliamento maschile, è possibile vestire la giacca safari sia sopra che sotto. Sia che lo indossi sopra una camicia, una cravatta lavorata a maglia e pantaloni di flanella scura per apparire elegante o con jeans bianchi e scarpe da barca per un look da Riviera, prova a lasciare la giacca aperta ma allacciando la cintura al centro per un look disinvolto.

  giacca safari indossata con camicia e cravatta Lardini Lardini

Riappropriartene

A meno che non sia in viaggio per una festa in maschera, non tentare il look tuttofare. Se indossi una giacca da safari, evita di indossare anche pantaloni color cachi, pantaloni da combattimento o cappello da bush. È importante riappropriarsi della giacca safari dalla sua ambientazione originale come capo di lusso per evitare di sembrare qualcuno che ha perso il fucile.

  giacca safari indossata in chiave moderna da Ralph Lauren Ralph Lauren

Gioca con il tessuto

La giacca safari è realizzata in base al modello, ma materiali diversi possono fornire effetti diversi. Il lino invecchia bene, creando una giacca che assumerà un aspetto consumato dal tempo; pelle scamosciata ha un aspetto più da sera, quindi funziona bene per i ragazzi con un guardaroba più elegante; mentre le opzioni in pelle offrono un ulteriore isolamento durante i mesi più freddi.

  giacca safari in camoscio di Massimo Dutti Massimo Dutti

Lascia la borsa a casa

All’inizio, la tasca di una giacca da safari veniva utilizzata per trasportare munizioni, batterie per il GPS, una fiaschetta e probabilmente una pipa. Sebbene la maggior parte degli uomini moderni ne abbia poco bisogno nella vita di tutti i giorni, è comunque possibile utilizzare la giacca come previsto e lasciarla zaino a casa.

  giacca safari con tasche di Ovadia & Sons Ovadia & Sons

5 giacche Safari chiave

Privato Bianco V.C.

Noto per i suoi robusti capispalla, Marchio britannico Privato Bianco V.C. è specializzato in design eleganti ma funzionali. Questo ottimo esempio è una versione minimalista della giacca safari. Sono finite le spalline e la cintura; sostituite da tasche essenziali con bottoni automatici discreti, una lunghezza più corta e un'abbottonatura nascosta, che conferiscono una sensazione generale più intelligente.

Acquista ora

  Privato Bianco V.C. LA GIACCA DEL DESERTO

Anderson e Sheppard

Dato che occupa uno spazio su Riga Savile , Anderson & Sheppard è meglio conosciuto per la sua sartoria esemplare. Tuttavia, l'azienda storica produce anche una bella interpretazione della giacca safari. Realizzato in drill di cotone in stile militare e dotato di 15 tasche di serie, incluse due tasche interne delle dimensioni di un iPad, è forse il capo più pratico che potresti possedere. Dimentica i bagagli, procurati uno di questi.

Acquista ora

  GIACCA DA VIAGGIO IN COTONE PESANTE Anderson & Sheppard

San Lorenzo

Certo, a causa della sua morbida pelle di agnello e della fodera in seta, la giacca 'Saharienne' interamente in pelle di Saint Laurent sarebbe inutile in un vero safari, ma guardala. Una versione ultra lussuosa del design sostenuto dallo stesso Yves negli anni '60, questo è il meglio del marchio francese: classico, losco e incredibilmente desiderabile.

Acquista ora

  GIACCA SAHARANA Saint Laurent IN PELLE NERA

Marks & Spencer

Affidati a Marks & Spencer per creare una giacca safari che soddisfi tutte le esigenze del design e non offenda il tuo portafoglio. Il rivenditore britannico ha dato la propria interpretazione al pezzo classico, scegliendo di rinunciare al cintura e aggiungi invece un paio di prese d'aria posteriori con bottoni. Quindi, che tu vada a cavallo nel deserto o in moto in città, la tua giacca non si accartoccerà quando ti siedi.

Acquista ora

  Giacca M&S a 4 tasche con Stormwear

Barbour

Situato a metà strada tra i tipici capispalla cerati di Barbour e gli stili motociclistici del marchio britannico, questo modello in cotone a quattro tasche è un aggiornamento moderno ideale della giacca safari. La coulisse in vita offre una vestibilità personalizzabile, mentre una chiusura con zip e bottone, abbinata a una chiusura con bottone sulla gola, assicura che quando il tempo diventa inclemente, sarà un utile alleato.

Acquista ora

  Uomini's Barbour Crole Jacket

La storia della giacca safari

Immaginate i soldati britannici della guerra boera della fine del XIX secolo, che vagavano per le pianure del Sud Africa, incapaci di trovare il nemico – impegnati com’erano in questa nuova forma di guerra poco signorile conosciuta come “guerriglia”. Naturalmente, non aiutava il fatto che i soldati britannici indossassero tuniche rosse, e gli afrikaner – apprezzando il vantaggio di mimetizzarsi nel paesaggio – indossassero il kaki.

Gli ufficiali dell'alto comando britannico pensavano di aver capito qualcosa e poco dopo arrivò il primo abito militare britannico a fare un passo avanti verso la tavolozza di beige, marrone scuro e verde oliva utilizzati ancora oggi. L'abbigliamento risultante: un quattro tasche giacca da campo in kaki – sarebbe stato adottato di volta in volta dai cacciatori, che anch'essi avevano bisogno di essere meno visibili alle loro prede.

  ufficiali militari che indossano una giacca da safari Ufficiali militari durante la seconda guerra boera indossavano giacche da safari

In effetti, nacque la cosiddetta giacca safari, che sarebbe rimasta un capo specialistico, indossato da cacciatori e inseguitori, inclusi gli irriducibili assassini di tutto ciò che si muoveva Ernest Hemingway e Teddy Roosevelt. Anche se le versioni della giacca da safari furono adottate nuovamente sia dalle forze britanniche che da quelle tedesche che combatterono in Africa durante la seconda guerra mondiale, in genere veniva indossata solo durante i safari e sarebbe sembrata decisamente fuori posto ovunque fino alla metà degli anni '50.

Questa era un'idea sottolineata da Hollywood. A partire dagli anni '30, la macchina cinematografica decise che l'esotismo percepito del Grande Continente era maturo per la successiva ondata di film romantici e ricchi di azione, con artisti del calibro di Clark Gable che indossavano giacche da safari sullo schermo. È uscito La strada per Zanzibar (1941), Mogambo (1953), Safari (1956), Pericolo! (1962), fino ad arrivare a personaggi del calibro di Clint Eastwood in Cuore nero del cacciatore bianco (1990) – a quel punto la giacca safari era probabilmente caduta nel territorio del “casting centrale”.

  Clark Gable indossa una giacca da safari La giacca safari è apparsa in molti film tra cui quello di Clark Gable in Mogambo (1953)

Ma non prima di aver fatto le sue incursioni nella moda. Nei film, soprattutto durante quell'intensa corsa degli anni '60, la giacca da safari veniva solitamente indossata con molta polvere e sudore, forse un fazzoletto da collo sbarazzino, pantaloncini larghi e forse un elmetto coloniale. Togliete il sudore, però, e la giacca safari venne riconosciuta per la sua praticità per la vita cittadina.

In India – ispirandosi ancora una volta al clima – è diventata la risposta locale al tailleur. Questo era in parte il motivo per cui Roger Moore indossava una giacca da safari Octopussy (1983), in parte ambientato così com'è in India. Ma poi anche Moore, nei panni di James Bond, ne indossò uno per le scene dell'isola privata di L'uomo dalla pistola d'oro (1974) e Moonraker (1979).

Ma Moore, o la sua squadra di guardaroba, era in anticipo sui tempi: indossava una giacca safari in 'Il Santo'. Questo non accadeva solo prima di Bond, era anche prima dell’altro Santo. Sono stati gli stilisti Ted Lapidus e Yves Saint Laurent a dare una svolta alla moda alla giacca safari.

  Yves Saint Laurent indossa una giacca safari Yves Saint Laurent ha il merito di aver reso la giacca safari un capo di moda

Il primo ha introdotto la sua interpretazione della giacca a metà degli anni '60, mentre il secondo sembra aver rubato tutta la gloria - o semplicemente ha colto il momento giusto - dopo aver mostrato per la prima volta la sua interpretazione nel 1967, sebbene fosse un esemplare unico realizzato per un periodo limitato. Voga storia su di lui l'anno successivo che lo rese un oggetto di culto per i tempi. E da allora non si è mai guardato indietro.